Numero Verde: 800.92.64.30

Come riconoscere una perdita dati?

come recuperare dati persi
Facebook
Google+
Twitter
LinkedIn

Una situazione di perdita dei dati è caratterizzata dall’impossibilità improvvisa di accedere ai dati di un sistema o di un backup precedentemente funzionanti, o nella cancellazione o la sovrascrittura accidentale dei dati o delle strutture di controllo.

Sintomi/problemi di un server che ha subito una perdita di dati:

– Sintomi collegati a problemi fisici
– Crash improvviso del server durante l’avvio o l’utilizzo.
– Strani rumori da uno dei dischi fissi all’avvio del sistema o quando si tenta di accedere ai dati. Questo sintomo potrebbe precedere problemi d’accesso ai dati, poiché il drive utilizza settori sparsi su ogni disco.
– Cedimento di un solo disco fisso.
– Cedimento di più dischi fissi.
– Il segnale d’allarme del controller RAID è lampeggiante.
– Il cedimento del controller RAID rende inaccessibili i drive.
– Il cedimento intermittente di un drive ha come conseguenza l’alterazione della configurazione.
– Danno causato da acqua o fuoco.

Sintomi collegati a problemi software (logici):

– Il server non si riavvia dopo una routine d’aggiornamento del sistema operativo o delle applicazioni.
– Un problema al settore di boot causa la perdita d’informazioni di configurazione.
– Il registro di configurazione del server è stato alterato o sovrascritto.
– Cancellazione accidentale dei dati.
– Formattazione accidentale di una partizione.
– Riconfigurazione accidentale del sistema RAID.
– Sostituzione accidentale di un disco fisso.
– Danneggiamento o contaminazione della superficie del nastro.
– Il server si riavvia ma non può accedere o riconoscere i drive collegati.
– Fallimento del ripristino dei dati.
– Le applicazioni non sono in grado di accedere ai dati.
– Degrado estremo delle prestazioni delle applicazioni.
– Directory che dovrebbero contenere molti file, sono in realtà vuote.
– Drive e partizioni inaccessibili.
– Dati alterati.

I Problemi e i sintomi di perdita dati da nastro:

– Testine del nastro non funzionanti:
– Il nastro appare vuoto, ma dovrebbe contenere dati.
– Il nastro dovrebbe essere pieno, ma ha pochi dati.
– Il nastro non è visibile, o è inaccessibile ai programmi di ripristino del backup.
– Formattazione o cancellazione accidentale del nastro.
– Il nastro si è srotolato.
– Danni fisici evidenti:
– Nastro stirato, rotto, o tagliato.
– Danni causati da acqua o fuoco.
– Danneggiamento o contaminazione della superficie del nastro.
– Impossibilità di leggere il nastro, poiché è rovinato o contaminato.
– Problemi con il software di backup relativi ad informazioni o strutture di controllo alterate.

Supporti ottici:

– L’accesso al supporto è impedito dall’errore di lettura di un settore.
– La struttura del filesystem è alterata, e vengono mostrate strutture (partizioni, directory, file, ecc.) vuote o invalide.

Database danneggiato o alterato:

– Il database è etichettato come “sospetto”, non è accessibile, e non può essere riportato ad uno stato funzionale.
– Le tabelle sono state eliminate o ricreate.
– I file di backup non sono riconosciuti dal software del database.
– Alcuni record sono stati accidentalmente cancellati.
– Alcuni file o record del database sono alterati.
– Alcune pagine di dati sono danneggiate.

Facebook
Google+
Twitter
LinkedIn